Analisi – C5 Girone B

ALUNNI DEL SOLE Fino all’ultimo non c’era la certezza che la squadra di Serranti potesse ergersi a capoolista del girone.

Analisi – C5 Girone B

ALUNNI DEL SOLE

Fino all’ultimo non c’era la certezza che la squadra di Serranti potesse ergersi a capoolista del girone. La differenza la fa la vittoria molto combattuta proprio contro il BM United che lo appaia in classifica. Marinelli in porta è sicuramente uno dei punti forti della squadra avendo conquistato per ben 5 volte su 7 la palma di miglior portiere. Anche davanti la squadra non scherza e chiude il girone col miglior attacco in cui tutti hanno preso più o meno parte dividendosi equamente le marcature.

BM UNITED

A parte l’ultima giornata, vinta largamente contro la vincitrice dello scorso anno Francoforte, i risultati sono tutti estremamente vicini per quanto gol fatti e subiti nelle singole partite. La squadra mostra una ottima capacità mentale di reggere la pressione del vantaggio minimo e non cerca quasi mai di strafare; in questo modo una delle classiche azioni del calcio a 5 ovvero la ripartenza immediata con loro è molto difficile da eseguire. La miglior difesa del girone avrà la meglio nel proseguio delle fasi finali?

EINTRACHT FRANKFURT

La squadra ha latitato un po’ per tutto il torneo. Buona la prima parte di stagione, pessima la seconda con due sconfitte nelle ultime due giornate che li hanno relegati al terzo posto. Spiccano D’Andrea e Grelloni (i due portieri) entrambi a 3 nella classifica dei migliori portieri. Con due così la squadra si può fidare di certo ma probabilmente sta arrivando scarica a questa ultima fase e si è affidata un po’ troppo alla propria qualità di squadra di categoria salvo però sbattere con chi, come loro, calca i campi d’alto livello da parecchio.

MCDR

Tajani & Co. chiudono con una splendida prestazione contro la capolista andando ad ottenere un importante risultato a livello morale (in quanto era a livello personale ininfluente ai fini della loro classifica finale). Tersigni si dimostra il più prolifico tra tutti  ma è Scicchitano ad illuminare la scena con le sue giocate. La squadra dimostra di essere un buon mix di fisicità e tecnica. Con la mente sgombra potrebbero riuscire ad essere la sorpresa di queste fasi finali.

NARUTO FC

La bontà della squadra c’è. Purtroppo si è vista a tratti e la posizione in classifica a conti fatti è giusta. Quando presenti, Dieni L. e Giordano, sono stati la marcia in più peer la loro squadra. Le prestazioni con le prime quattro recitano infatti tre sconfitte di misura ed una vittoria. Sconfitte tra l’altro arrivate quasi tutte nelle battute finali. Ciò vuol dire che, con buona probabilità, una presenza maggiore di tutti quanti e una concentrazione migliore nelle fasi in cui la lucidità inizia a calare avrebbero portato ad una possibile qualificazione Champions.

HELLAS MADONNA

Età media alta ma voglia di esserci sempre. La squadra cerca di girare quasi sempre intorno a Salcuni che li ripaga con belle prestazioni. I tabellini dalla loro sono irregolari, se la squadra perde lo fa con parecchio scarto. Segno di un cedimento abbastanza palese da un certo momento in poi della gara. Probabilmente con un maggior numero di cambi da parte loro la situazione avrebbe potuto prendere una piega diversa.

PSV

Stagione martoriata dagli infortuni per gli uomini di Russo. Nella fase centrale del torneo, quando sembravano aver ritrovato un po’ di serenità, la squadra ha girato meglio ma purtroppo sono arrivati tre pareggi di fila che li hanno condannati all’Europa League. Le mancanze maggiori sono in fase offensiva con la squadra che ha mostrato le proprie pecche non riuscendo quasi mai a riaprire o a condurre in porto match alla loro portata.

PARMA

L’ultima della classe, guardando i risultati, si trova in fondo più per demeriti propri che di altri. Quando c’è stato da giocare di fino il Parma non si è tirato indietro ed in quasi tutte le partite è andata vicina ai tre punti. La mentalità è quella giusta, probabilmente è l’applicazione ad essere sbagliata. Il gioco risulta essere troppo sbilanciato in proiezione offensiva e gli schemi e le diagonali tendono a saltare, in certi momenti, troppo facilmente. C’è un momento per loro poi che è in salita ovvero la fine del primo tempo in cui hanno subito diversi gol, a conti fatti, decisivi nell’economia della partita.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione.