Linee guida arbitrali

Buon pomeriggio a tutti quanti. La stagione che si sta concludendo ha visto diverse cose che non ci sono piaciute

Linee guida arbitrali

Buon pomeriggio a tutti quanti.

La stagione che si sta concludendo ha visto diverse cose che non ci sono piaciute e la colpa è stata principalmente nostra in quanto organizzazione, dalla troppa differenza e qualità decisionale del gruppo arbitrale a cui da anni ci affidiamo ed ad alcune linee guida non messe subito in chiaro con le squadre fin da prima dell’inizio della stagione sportiva.

Dopo una riunione organizzativa con lo CSEN, per mettere nero su bianco la direzione che vogliamo dare, siamo giunti di comune accordo che non si può continuare a permettere ai giocatori di insultare continuamente l’arbitro di riferimento, altri giocatori (avversari o compagni che siano) ed i responsabili dei campi. Come noi ci mettiamo a più completa disposizione praticamente ogni volta che ce ne sia bisogno, vogliamo che anche le squadre alzino il proprio livello comportamentale e non per la buona riuscita di tutta l’organizzazione. Un Torneo non è solo fatto dalle teste che lo imbastiscono e lo organizzano ma anche dagli stessi giocatori e dagli arbitri a cui si chiede una certa professionalità e capacità (che poi l’errore ci possa scappare da parte di una di queste componenti ci può stare, l’importante è accettarlo e cercare tutti assieme di migliorarsi sempre).

Detto ciò ribadiamo che non tollereremo più comportamenti di un certo tipo ed i giocatori che si renderanno protagonisti di comportamenti fuori le righe verranno allontanati dal campo. È vero che le squadre pagano per poter giocare ma è anche vero che questo non permette loro di poter fare il bello ed il cattivo tempo pensando che siano intoccabili solo perchè hanno pagato per un servizio.

Lo ribadiremo più volte nel corso dei prepartita assieme agli arbitri

Lo Staff del RCL

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione.